Problemi di infanzia e adolescenti

Adolescenza: la più delicata delle transizioni.

Victor Hugo



problemi di infanzia e adolescenza

Le problematiche insite nel periodo che si riferisce all’infanzia e all’adolescenza sottopongono i genitori ad un grande stress, poichè essi devono affrontare, durante la crescita del proprio figlio, tali e tanto diverse situazioni, spesso così diverse da quelle verificatesi nelle personali esperienze infantili.
Dunque gli strumenti a loro disposizioni spesso sono armi spuntate e viene quindi spontaneo chiedersi se le modalità adottate di volta in volta possano essere realmente efficaci e adatte per la crescita del bambino o dell’adolescente.
Oscar Wilde ci insegna che talora, “con le migliori intenzioni produciamo i peggiori effetti“, cioè facciamo errori che possono complicare le situazioni ince che risolverle.

La Terapia Breve Strategica,  applicando strategie, stratagemmi e capacità di autocorrezione, ci consente di guidare i genitori ad individuare le tentate soluzioni disfunzionali messe in atto e modificandole, aumentando così le loro abilità comunicative e relazionali. Lo scopo finale è quello di farli divenire promotori del cambiamento di fronte agli atteggiamenti di sfida o manifestazioni problematiche dei figli.

 

Intervista Prof. Nardone: Aiutare i genitori ad aiutare i figli

 

Quindi si va ad attuare un intervento di tipo indiretto, con riflessi sulla percezione e modalità di fronteggiare le nuove sfide poste in essere dai vari problemi che si trovano ad affrontare tutti i giorni in famiglia. In quest’ottica, il consulente strategico funge da facilitatore e catalizzatore del cambiamento, ovvero svolge il ruolo di aiutare i genitori ad aiutare se stessi a raggiungere obiettivi o a trovare le soluzioni più idonee.

Le problematiche più comuni sono il comportamento oppositvo e provocatorio, disturbi alimentari, da isolamento, da evitamento, fobia scolare,

 

Bibliografia di riferimento